Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

***

***
Benvenuti a bordo della 500 Arcobaleno, sulla quale potrete fare un giro nel mio blogghino, spulciando tra pensieri, artigianato e passioni di Uapa =^.^=

Welcome aboard the Rainbow 500, in which you can visit my little blog, going through Uapa's thoughts, handicraft and passions
=^.^=

Pagine

mercoledì 30 gennaio 2013

#MotiviPerAmareRoma - #ReasonsToLoveRome

In tantissimi sono stati coinvolti da questo hashtag su Twitter.
Ma con tristezza vedo che purtroppo tanti giovani "Romani" (o presunti tali) e tanti Italiani, confondono il Romanesco con altri dialetti o con quella orribile "cosa" nata dall'usanza di troppi "comici" (Cipolla in testa) di ridurre i Romani (e di conseguenza il loro dialetto) ad una manica di maleducati, strilloni, ignoranti coatti, alla faccia di Trilussa, di Belli, dei veri Romani e di tutta la poesia racchiusa in questa lingua.
E siccome i 140 caratteri di Twitter non erano sufficienti, ho deciso di scrivere qui una precisazione sul mio dialetto... A parlare è Imperiali Orazio (alias Enrico Montesano, nel simpatico "Qua La Mano" 1980), spiantato vetturino, che, passeggiando con il Papa, dice...

"... In quanto che er Romanesco è 'na lingua dorce, come 'na musica. Se pò di' che più che pe' parla' è fatta pe' canta'. Nasce dar core e quanno sale su p'er gargarozzo, come in una canna d'organo, s'arrotonna tutta, se 'nsaporisce in bocca e quanno s'affaccia ar labbro, prima de sorti' fora, lo fa co' delicatezza, con garbo, quasi addimannannose 'Disturbo?' ."

Non nego certo che il Romanesco sia condito anche di coloriti insulti, ma mai fatti con la volgarità di chi cerca di far ridere con battute facili ed esageratamente maleducate.
Vi sembra difficile notare la differenza?
Allora date un'occhiata a QUESTO , QUESTO , QUESTO , QUESTO e PERFINO QUESTO.
E poi guardate QUESTO .
Capite meglio ora?


So many people were involved with this hashtag on Twitter.
But sadly I saw unfortunately many young "Romans" (or people supposed to be Romans) and many Italians, confuse Roman dialect with other dialects or with that horrible "thing" that was born by the habit of too many "actors" of reducing Roman people (and so their language) to a bunch of rude, screaming, ignorant coatti, despite of Trilussa, Belli, true Romans and all the poetry of my language.
And since the 140 allowed letters for Twitter are not enough, I decided to write here a note about my dialect... To do that, I'll accept the help of  Imperiali Orazio (Enrico Montesano, in the nice film "Qua La Mano" 1980), poor coachman who, walking with the Pope, says...

"... Because Roman is a sweet language, like a music. You could say that it's made to sing rather than to talk. It's born from the heart and when it comes up through the throat, like through an organ pipe, it becomes smooth, it gains flavour in your mouth and when it appears on your lips, before coming out, it does that gently, politely, nearly asking 'Do I disturb you?' ."

I don't deny Roman is also full of colourful insults, but never said in a rude way, like many "actors" do just to make people laugh with easy and mannerless lines.
Do you find find difficult to see the difference?
Then, even if you're not Italian, take a look at  THIS , THIS , THIS , THIS and EVEN THIS .
Then watch THIS .
I'm sure you'll notice the difference, even if you don't speak the language!

martedì 29 gennaio 2013

Ferrarizilla: conaca di una tragedia - Ferrarizilla: a tragedy's chronicle

Qualche anno fa, in occasione del compleanno di Danny, fratello di dolce Steve, decisi, dato il suo amore per la Ferrari, di fargli un regalo a tema con le mie mani: il cavallino rampante, simbolo della famosa casa automobilistica!
Dopo aver cercato tutte le informazioni di cui avevo bisogno su internet, visitando siti di esperti scultori del Fimo, mi misi all'opera anche io, prendendomi tutto il tempo necessario per ottenere il miglior risultato possibile...

Some years ago, I decided to build with my hands a prancing horse for dolce Steve's brother, danny, who loves Ferrari!
After taking all the informations I needed, visiting on the net the sites of expert Fimo sculptors, I started working too, taking all the time  needed to obtain the best result possible...


GIORNO 1: Preso del fil di ferro, modellai l'anima del mio cavallino rampante.

DAY 1: I built the sould of my prancing horse with some wire.



GIORNO 2: Coprii il fil di ferro con carta stagnola, in modo da isolarlo e renderlo un po' più spesso.

DAY 2: I covered the wire with foil paper, to isolate it and make it more thick.


GIORNO 3: Diedi spessore alle parti del corpo che avrebbero dovuto essere più piene, come la pancia e la testa.

DAY 3: I made thicker those parts of the body that needed it, like the belly and the head.


GIORNO 4: Delineai ancora di più l'anatomia del cavallino, sempre utilizzando carta stagnola, in modo da acquistare volume, mantenendo la struttura leggera.

DAY 4: I tried to give a good anatomic shape to the horse, still using foil paper, so that I could gain volume, but maintain the structure light.


GIORNO 5: Cominciai a coprire la carta stagnola con unafasciatura in Fimo nero, in modo da rendere finalmente solida la mia scultura. Appena uscito dal forno, il commento di mia mamma fu "Che carino Godzilla! :-) " ... Da cui il nome Ferrari-zilla -_-'

DAY 5: I started covering foil paper with black Fimo clay, so that I could finally make my sculpture strong. When it came out from the oven, mum said "So cute Godzilla! :-) " ... And that's how the name Ferrari-zilla was born -_-'


GIORNO 6: Era giunto il momento di dotare di muscoli il cavallino rampante, così aggiunsi della Fimo-ciccia nei punti dove occorreva di più. Una seconda cottura in forno fissò il tutto.

DAY 6: It was time to give some muscles to the prancing horse, so I added Fimo clay bits where it needed them more. A second trip in the oven secured everithing.


GIORNO 7: Nuove modifiche e nuove cotture aggiunsero al simbolo della scuderia di Maranello una folta criniera, degli zoccoli scalpitanti, dei riflessi argentati (ottenuti con dell'ombretto argento) ed una coda che fungeva anche da sostegno. Arrivati a questo punto, decorai la coda con la stessa tecnica utilizzata per la criniera e misi tutto in forno per la nuova, definitiva cottura.
C'era una strana calma tutto intorno, si sentiva solo il ticchettio del timer, nel silenzio di quel luminoso pomeriggio, nella mia camera.
Decisi di ammazzare il tempo con uno spuntino e mi allontanai dal forno... Che decisione sciagurata!
Tornai appena in tempo per sentire la campanella che indicava la fine cottura, così, impaziente, aprii lo sportellino per vedere il risultato ma... Una densa nuvola di fumo bianco uscì dal forno e mi travolse, insieme ad un acre odore di Fimo bruciato; non avendo la forza di controllare al suo interno, chiusi di scatto il forno, certa di una sola cosa: la tragedia si era consumata! °_°
Seppi cos'era accaduto solo una settimana dopo, quando ebbi il coraggio di riaprire lo sportello: coda e criniera sbriciolate, zoccoli sciolti, un fianco appiattito e un lato del muso vetrificato erano tutto ciò che rimaneva del povero Ferrarizilla, che fu deposto in una scatola di cartone, dove tutt'oggi giace.
Voglio quindi lasciarvi questa piccola nota, perché non accada anche a voi nulla di simile: è vero che è meglio che il forno sia preriscaldato, prima di cuocere il Fimo, ma senza esagerare...! ç_ç
E comunque spero che questa storia serva come incoraggiamento a tutti coloro (me compresa) che si lasciano scoraggiare, guardando i lavori altrui: ognuno di noi ha il suo Ferrarizilla in un cassetto... L'importante è sapersi riprendere e riprovare, finché non otterrete il vostro buon risultato! :-D
Un abbraccio giallo! :-*

DAY 7: New changes and new cooking added to the symbol of Ferrari a thick mane, pawing hooves, silver reflections (obtained with silver eyeshadow) and a tail that also worked as a support. At this point, I started decorating the tail withthe same technique I used for the mane and I put everything in the oven for one last, definitive cooking.
The air around me was strangely quiet, you could just hear the timer ticking, in the silence of that bright afternoon, in my room.
I decided to have a break and eat something, so I went far from the oven... What an unlucky decision!
I came back just in time to hear the bell of the timer that indicated the end of the cooking, so, impatient, I opened the door to see the results, but... A thick cloud of white smoke overwhelmed me, together with a bitter smell of burned Fimo clay; not being enough strong to take a look inside it, I quickly closed the oven, sure of one thing: the tragedy happened! °_°
I knew what happened just a week later, when I had the courage to open the dor: tail and mane crumbled, hooves melted, a hip flattened and a side of the head vitrified. That was all of what remained of poor Ferrarizilla, that was put in a cardboard box, where it still lies.
So I want to leave you a little note, so that it doesn't happen something like that to you too: it's true that you need to pre-heat the oven, before cooking Fimo clay, but don't exaggerate with that...! ç_ç
And anyway I hope this post will encourage all those people (including me) who are discouraged by looking at other people's works: everyone has his own Ferrarizilla lying in a drawer... The important thing is knowing how to restart from that and try again, until you reach your good results! :-D
A yellow hug! :-*




giovedì 24 gennaio 2013

Un biscottino in tasca! - A biscuit in your pocket!

Ciao a tutti!
Piano piano stiamo sistemando le cose di nonna, questo è il motivo per cui sia io che mamma siamo state lontane dai nostri blog, ma oggi eccomi qui per ricominciare a prendermi cura sia dell'uno che dell'altro (di cui curo l'impaginazione... Uau, sembro quasi un'esperta quando parlo così!) :-)
Oggi vi mostro questo biscottino portachiavi che ho fatto qualche tempo fa, quando la mia stanza era ancora praticabile ;-)
Sembra uno di quegli intrugli che faccio io: tazzona di latte e due biscottini (di Fimo) con dentro tanta crema (Fimo Liquid + polvere di ombretto rosa), solo che io al posto della crema uso la Nutella! :-D

Hello all!
Slowly we're sorting out grandmother's things, that's why me and mum were far from our blogs, but today I'm here to take care again of them both :-)
Today I'll show you this little biscuit I made some time ago, when I could still find the table in my room, before the chaos exploded in there ;-)
It looks like one of those mixes I do: big mug with milk and two (Fimo clay) biscuits with a lot of (Fimo Liquid + pink eyeshadow) cream between them; the only difference is that I use Nutella instead of cream! :-D


Una perlina dorata ed una coda di topo, dove poter agganciare l'anello, ed ecco pronto il portachiavi!

A golden bead and a cord, where to put the ring, and the keyring is ready!


Spero vi piaccia, un abbraccio! :-*

I hope you'll like it, a hug! :-*

lunedì 21 gennaio 2013

Borsa Chanel - Chanel bag

Oggi, su questo blog, ci riposiamo un attimo: niente dolciumi! ;-D
Vi mostro invece una nuova borsetta, questa volta di Chanel, richiesta natalizia di una ragazza innamorata di questo marchio!
Fimo, catenella e anello portachiavi metallici, simil-Swarovski e penna gel dorata, per il logo... Nota a me stessa: non avere fretta e la prossima volta aspetta che la penna gel si asciughi per bene, prima di passarci il lucido sopra e spatasciare tutto -_-'

Today, in this blog, we'll rest a bit: no sweets! ;-D
Instead, I'll show you a new little bag, a Chanel one this time; a girl who's in love with this brand asked me to make it for her!
Fimo clay, metallic chain and keyring, false Swarovski crystals and golden gel pen for the logo... Note to myself: next time don't rush and wait for the gel pen to be totally dry, before painting everything with transparent varnish and ruining everything  
-_-'



Spero vi sia piaciuta!
Un abbraccio a tutti! :-*

I hope you liked it!
A hug to you all! :-*

giovedì 17 gennaio 2013

Tazzine ciambella - Donut cups

Ciao a tutti!
Io non sono esattamente un'amante del Fimo su stoviglie o oggetti destinati all'uso alimentare, più per mie paure personali che altro.
Per Natale, però, mi era arrivata una richiesta per un regalo che includesse delle tazzine da caffè e dei dolcetti in Fimo.
Al solito, il problema della resistenza di un oggetto del genere mi preoccupava: come attaccare dei Fimodolci ad una tazzina, senza che cadano al primo lavaggio?
Poi mi sono ricordata che tanto tempo fa avevo fatto qualcosa che avrebbe resistito, in effetti...
Così ho comprato due comunissime tazzine bianche, dalla forma semplice e lineare, e ne ho coperto il manico con il Fimo, inglobandolo in due simpatiche ciambelle!
Quindi ho la certezza che le ciambelle resisteranno... Almeno quanto il manico al loro interno ;-)
Ora, il Fimo non potrà mai andare in lavastoviglie, ma ho voluto renderlo comunque più lavabile, proteggendolo con due strati di vernice per Fimo e tre strati di vernice impermeabile vetrificante.
Mi hanno sequestrato il flatting per barche, prima che mettessi mano anche a quello! XD
Quindi, magari non potrà comunque andare in lavastoviglie, ma almeno potranno lavare le tazzine in acqua tiepida, vi pare? :-)

Hello all!
I don't really like Fimo on pottery or object you'd use for food, mainly cos of my personal fears than for real reasons.
For Christmas, however, I had a request for a gift that shouls have had Fimo clay sweets and expresso coffee cups in it.
As ever, my concern was about the resistance of an object like that: how could I stuck Fimo decorations on cups, so that they wouldn't fall off, the first time someone washed them?
Then I remembered I already did something that would have last long, actually...
So I bought two really common white cups, with a simple linear shape, and I covered their handles with Fimo clay, incorporating them in two cute donuts!
No doubts the donuts will resist... At least as long as the handles inside them do ;-)
Now, Fimo can't go in a dish washer, but I wanted to make it washable anyway, protecting it with two layers of varnish for Fimo and three layers of waterproof glaze varnish.
They confiscated me boat flatting, before I could put my hands on it! XD
So, probably it wouldn't be able to survive a dish washer anyway, but at least they can wash it with mild water, can't they? :-)


Dopo averle ciambellate, però, le tazzine non entravano più nella loro confezione originale, così ne ho costruita una io con del cartone ondulato (vista l'occasione, in rosso), decorato con pizzo ecrù, raso rosso ed un bottone (rosso anche lui)...
Che dite, sarà piaciuto questo regalo?
Un abbraccio a tutti! :-*

After donuting them, anyway, cups wouldn't fit their original box, so I made a new one, with wavy cardboard (red, seeing as it was for Christmas time), decorated with ecru lace, red satin and a (red too) button...
Do you think they liked this gift?
A hug to you all! :-*

mercoledì 16 gennaio 2013

Specchietti da mangiare... Con gli occhi! - Mirrors to eat... With eyes!

Ciao a tutti!
Ricordate?
Qualche tempo fa avevo già provato a realizzare degli specchietti decorati, QUI.
Il risultato non mi dispiaceva, anzi, ma gli specchietti erano in plastica e avevo più di qualche dubbio sulla loro resistenza... Questa è una delle mie preoccupazioni maggiori: non posso regalare-vendere-proporre una creazione che dura da Natale a Santo Stefano! :-S
Così mi sono messa alla disperata ricerca di specchietti metallici che facessero al caso mio...
Troppo costosi, già decorati (cancellereste mai Bambi? *.*), troppo grandi, troppo piccoli, stavo diventando matta!
Poi per fortuna li ho trovati!!! Prima di diventare vecchia o di scordarmi perché li stessi cercando!!!
Ed eccoli qui, ricoperti di panna, dalla quale spuntano marshmallows, caramelle e biscottini kawaii... O tavolette, bastoncini e biscottini al cioccolato...

Hello all!
Do you remember?
Some time ago I already tried to make decorated mirrors, HERE.
I liked them, apart from the fact they were made of plastic and I had more than some doubts about their strength... This is one of my main concerns: I can't give-sell-show a creation that lasts from Christmas to St Stephen's day! :-S
So I started looking for metallic mirrors that would suit my intentions...
Too expensive, already decorated (would you delete Bambi? *.*), too big, too small, I was going crazy!
Then luckily I found them!!! Before being too old or forgetting why I was looking for them!!!
And here they are, covered in whipped cream, from which sweets jump out: marshmallows, candies and kawaii biscuits... Or chocolate bars, sticks and biscuits...


E come possono mancare i classici biscotti che accompagnano tanti Italiani, e non solo, nella prima colazione??
Gocciole, Abbracci, Pan di Stelle, Bucaneve...

And how could I forget classical biscuits that every day keep company to many Italians, and not only Italians, during breakfast??
Gocciole, Abbracci, Pan di Stelle, Bucaneve biscuits...


... Ecco, lo sapevo, mi è venuta fame... E spero un po' anche a voi, così non mi sento sola! ;-)
Peccato che la panna sia in silicone e i biscotti in Fimo, altrimenti...
Un abbraccio a tutti! :-*

... Oh, I knew it, I'm hungry now... And I hope you're too, a bit, so I won't feel alone! ;-)
Shame whipped cream is made of silicone and biscuits are made with Fimo clay, otherwise...
A hug to you all! :-*

lunedì 14 gennaio 2013

Tazzine portafoto cremose! - Creamy photo holder cups!

Ciao a tutti!
Passato bene il fine settimana? Spero proprio di sì :-)
Il mio è stato tranquillo, quindi non mi lamento!
Oggi vi mostro questi portafoto cremosi: altro non sono che due tazzine da caffè ripiene di panna montata al silicone, in cui affondano croccanti cialde e deliziosi biscottini in Fimo ^^

Hello all!
Did you have a nice weekend? I really hope so :-)
Mine was quiet, so I can't moan about it!
Today I'll show you these creamy photo holders: they're simple expresso coffee cups filed with whipped silicone cream, in which I put crunchy waffles and delicious biscuits made with Fimo clay ^^


Pensate che il biscottino era nato come portachiavi!
Poi l'ho lasciato troppo tempo nel forno e stava quasi per fare la fine di Ferrarizilla (un giorno vi racconterò la sua lunga e triste storia)...
Sono riuscita a salvarlo in tempo, ma ormai uno dei bordi, prprio quello con il buco per il laccio, era troppo compromesso per essere utilizzato, ma l'ho tenuto comunque da parte, sperando che un giorno mi sarebbe tornato utile... Beh, direi che quel giorno è arrivato, no? :-D
Ne riapprofitto per lasciarvi il link al blog di mia mamma, che oggi torna alla carica con una nuova ricetta, potete trovarla QUI :-)
Un abbraccio! :-*

Actually the biscuit was meant to be a keyring!
But then I left it too much in the oven and it was nearly dying like Ferrarizilla (one day I'll tell you its long and sad story)...
I could save it in time, but one of its edges, the one with the hole for the ring, was already too ruined, but I kept it anyway, hoping one day I could use it in a way or another... Well, I'd say that day arrived, don't you agree? :-D
I also wanted to remind you HERE you can find a link to my mum's recipes blog :-)
A hug! :-*

venerdì 11 gennaio 2013

Nuove mollette dolci! - New sweet pegs!

Eccomi qui con altre mollette!
Qualcuna è un po' più "vecchietta", come questa con ciliegine e microsfere, a cui ho solo aggiunto una decorazione con un pennarello... Che secondo me l'ha rifinita molto, rispetto a prima!

Here I am with more pegs!
One is a bit "older", like this cherry and micro-spheres cake, to which I just added a decoration with a pen... I think it makes it look more complete than how it looked before!


Qualcuna è una rivisitazione di una molletta passata, che potrete trovare (insieme alla "collega" qui sopra)  QUI ...

One is a new version of a past peg you can find (with its "work mate" up there) HERE ...


Mentre altre sono proprio delle novità assolute!
A parte la torta effetto Pan di Stelle, la novità è che ho decorato queste quattro mollette con una colata di panna-silicone!
Non trovate che siano golosissime? :-D

But others are totally new!
Apart from the Pan di Stelle biscuit effect cake, the innovation of these four pegs is I poured silicone whipped cream on them!
Don't you think they look so tempting? :-D


Inoltre queste ultime mollette anticipano nuovi dolci lavoretti che pubblicherò presto... Yum yum! ^^
Un abbraccio! :-*

These last pegs also anticipate new sweet works I'll post soon... Yum yum! ^^
A hug! :-*

giovedì 10 gennaio 2013

Torte all'arancia - Orange cakes

Come promesso, ecco qui le mie torte strapiene di murrine all'arancia :-D
Ne avevo preparate tante e avevo paura che si rovinassero, come tante altre prima di loro, così le ho utilizzate tutte e subito!
L'arancia non mi piace così tanto in effetti, ma devo dire che con il cioccolato non mi dispiace...

As I promised some posts ago, today I'll show you my cakes so full of slices from orange canes :-D
I made so many of them and I was afraid they would get ruined, like many others did in the past, so I used them all immediately!
Actually I don't really like orange that much, but I must say it's not that bad with chocolate...


Vedendo questa molletta, mi viene in mente che mi sono dimenticata di dire che le mollette natalizie sono tutte decorate con agrifoglio dipinto con penne gel, sul retro...

Looking at this peg just reminded me I forgot to tell you that the back of Christmas pegs are all decorated with holly I painted with gel pens...


Pioggia di praline al cioccolato su un mare di arance :-)

Chocolate rain on an orange sea :-)


Una variante monogusto della crostata di frutta...

A monotaste version of fruit tart...


... Crema pasticcera (ovvero Fimo Liquid e ombretto dorato), tante fettine di arancia e qualche torroncino all'arancia!

... Cream (made with Liquid Fimo clay and golden eyeshadow), a lot of orange slices and some orange chocolate balls!


L'ispirazione per questa moletta è arrivata da una serie di merendine del Mulino Bianco, che quasi nessuno ricorda: le Biricche!
Le Biricche altro non erano che una base in pasta frolla, coperta con metà cioccolato (credo al latte) e metà cioccolato bianco o crema bianca, al centro della quale troneggiava una nocciola intera sgusciata.
Le ho amate, finché una mia amica ci trovò dentro un vermiciattolo :-S

Inspiration for this peg came from a series of old snacks we had, that nearly no one can remember, they were called Biricche!
Biricche were made of a simple shortcrust pastry base, covered with brown chocolate on a half and white chocolate or some other white cream on the other half, while in the middle there was a whole pealed hazelnut.
I loved them, until a friend of mine found a little worm in one of them :-S


Ma tralasciamo questo piccolo incidente!
La mia Biricca mantiene la base, il cioccolato e le nocciole; non c'è più il cioccolato bianco, ma in compnso ci ha guadagnato in vitamina C! XD
Spero che queste mollette aranciose vi siano piaciute, un abbraccio! :-*

But let's forget about this little accident!
My Biricca keeps the classic base, brown chocolate and hazelnuts; it lost white chocolate, but it gained a lot of vitamin C! XD
I hope you liked these orangeous pegs, a hug! :-*


mercoledì 9 gennaio 2013

Pettirosso di Natale - Christmas Robin

La mamma di Steve adora le tigri bianche.
La mamma di Steve ha numerosi animali in terracotta, che adornano il suo giardino.
La mamma di Steve adora le mie cosine fatte a mano.
1+1+1=3 e allora mi sono detta: "Perché non dipingere una tigre bianca su un sasso, che possa tenere in giardino???" Ed ero proprio soddisfatta per aver scelto un regalo che le sarebbe piaciuto senz'altro! B-)
Certo, non sono esattamente una pittrice, ma pensavo di farcela, grazie ad un libro sulla pittura dei sassi!
Ma, come al solito, non bisogna fare mai i conti senza l'oste: sommersa dalle richieste di lavori natalizi, non ho avuto il tempo di mettermi a dipingere e così, a pochi giorni dall'arrivo di Steve, non volevo rischiare di perdere altro tempo per finire di corsa un lavoro che avrebbe richiesto cura e attenzione.
Per fortuna la mamma di Steve adora anche gli uccellini, è stata lei a farmi riscoprire il bird feeding, grazie ai teneri ospiti che frequentano il suo giardino per pranzare :-)
Così ho pensato di cucirle un uccellino tipico dei mesi freddi: il piccolo, coraggioso, curiosissimo pettirosso, che spesso compare nelle cartoline natalizie :-)
Certo, il solo pettirosso era un po' pochino, così l'ho poggiato su dei rametti di profumata cannella, tenuti insieme da un nastro di raso rosso. Ho decorato i rametti con delle bacche, rosse anch'esse, ed infine ho appeso una campanella dorata, in modo che, una volta appeso, possa farsi sentire, oltre che vedere!
Spero che le sia piaciuto! @'.'@

Steve's mum loves white tigers.
Steve's mum has several ceramic animals, decorating her garden.
Steve's mum loves my handmade things.
1+1+1=3 and so I told myself: "Why don't you paint a white tiger on a pebble, so she can keep it in her garden???" And I was really satisfied I choose a gift she would like without a doubt! B-)
Ok, I'm not really a painter, but I thought I could do it, also helped by a book I bought, about pebbles painting.
But, as ever, a lot of things happened and I was so full of requests for Christmas works that I didn't have time to paint and so, few days before the arrival of Steve, I didn't want to risk to waste more time to rush to finish a work that needed care and attention.
Luckily Steve's mum also loves little birds, it was thank to her I re-discovered bird feeding, watching the little guests having lunch in her garden :-)
So I thought I'd sew her a typical bird of the cold season: the little, brave, so curious robin, often the main charachter on Christmas cards :-)
Just the robin was too little as gift, so I put it on some scented cinnamon, kept together by a red satin ribbon. I decorated the twigs with some red berries and then I sewed alittle golden bell to it all, so, once it's hanging they can see it and hear it too!
I hope she liked it! @'.'@


Inoltre oggi sono qui per proporvi il blog di ricette di mia mamma, che mi ha fatta sudare non poco per lasciarsi convincere ad aprirlo!
Lo abbiamo appena aperto, quindi è ancora... All'antipasto! XD Ma presto pubblicheremo una nuova ricetta e anche i piccoli problemi tecnici di impaginazione (che sono curati da me... Insomma, non proprio un'esperta del campo!), verranno risolti :-)

Today I'm also here to suggest you my mum's recipes blog, it took me so much to persuade her to open one!
We just opened it, so it's still... At the starters! XD But soon we'll post a new recipe and solve those little layout problems (I take care of that... Not a real expert, to be honest!) :-)

La cucina di Mirella


Spero che questo post vi sia piaciuto, un abbraccio! :-*

I hope you liked this post, a hug! :-* 

martedì 8 gennaio 2013

Mollette di Natale - Christmas Pegs

Prima che sia troppo tardi (forse è già troppo tardi, ma comunque...), vi mostro delle cose prettamente natalizie!
Mi erano state richieste delle mollette chiudipacco a tema natalizio e non sopportavo l'idea di farle tutte uguali, per cui mi sono un po' sbizzarrita, riscuotendo un gran successo ^^
Si tratta di semplici mollette di legno, di quelle che si usano per stendere i panni, a cui ho applicato delle piccole creazioni in Fimo...

Before it's too late (maybe it's already too late, but anyway...), I'll show you some purely Christmas time things!
Someone requested some gift tags on Christmas theme and I didn't like the idea to make them look all the same, so I had some fun in making them all different, obtaining a great success ^^
They're simple wooden pegs, like those you use to hang the washing, to which I stuck little Fimo clay creations...


Così abbiamo delle palline di Natale ed un Pandoro...
Le palline sono decorate con una penna gel argentata, letteralmente copiando i disegni delle nostre vecchie palline!
Il Pandoro invece è stato sporcato con della polvere di gesso per dare l'idea dello zucchero... Prossima volta devo ricordarmi di mettere la colla PRIMA della polvere -_-

So there are some Christmas balls and a Pandoro cake...
The balls are decorated with a silver gel pen, literally copying the drawings on our real Christmas balls!
I put some plaster dust on the Pandoro cake to give the idea of the sugar on it... Next time I must remember to put the glue BEFORE putting the dust -_-


Babbo Natale e la sua renna, un omino di pan di zenzero, una strenna ed una fetta di Panettone...
La renna è decorata con perline; i bottoncini dell'omino di pan di zenzero sono due murrine arancia... Adoro fare murrine, ma poi se non vengono usate subito si rovinano, per cui, preparatevi, presto arriverà una caterva di creazioni all'arancia!

Santa Claus and his reindeer, a gingerbread man, a gift and a slice of Panettone cake...
The reindeer is decorated with some beads; the buttons on the gingerbread man are two orange canes... I love making canes, but if you don't use them in a short time they get ruined, so, get ready, soon I'll post loads of orange creations!


La stella cometa viaggia in cielo... Laggiù, nel giardino di una casetta, un pupazzo di neve sorride ai passanti... Avvicinandoci alla sua porticina siamo accolti da una ghirlanda, che ci da il benvenuto... Quando la porta si apre, siamo inondati dalla luce calda della festa: profumi, giochi, risate e tanti bambini che saltellano impazienti intorno all'albero di Natale, in attesa di scartare i propri regali... Sulla tavola imbandita dei rametti di agrifoglio portano con sé i migliori auguri per una Notte serena...
Perline, penne gel, colla glitterata e smalto sono stati miei complici nel decorare queste mollette!

The comet crosses the sky... Down there, in the garden of a little house, a snowman smiles to people passing by... Approaching its little door we're welcomed by a garland... When the door opens, we're surrounded by the warm light of the feast: lovely scents, games, laughter and a lot of children jumping around the Christmas tree, looking forward to open their presents... On the table, ready for dinner, some holly sprigs bring their better wishes for a joiful Night...
Beads, gel pens, glitter glue and nail polish helped me decorating these pegs!



Mezzanotte è ormai passata e i bambini sono rimasti di stucco nel sentire dei rumori nell'altra stanza; Babbo Natale è arrivato davvero e ne hanno le prove: ha dimenticato qui il suo berretto rosso e la stella di Natale è stata scostata per lasciare spazio ad una calza piena di dolcetti e caramelle!
Come un'ultima magia, la neve comincia a scendere leggera, spolverando di bianco ogni cosa e regalando un sogno indimenticabile ai più piccini...
Tutte le creazioni sono state realizzate a mano, senza stampi, tranne l'albero di Natale... Il cristallo di ghiaccio è in Fimo Transparent e sono proprio contenta di come è venuto fuori... Ancora mi stupisco, a dire il vero! :-D
Spero che questi chiudipacco vi siano piaciuti!
Un abbraccio :-*

Midnight is already gone and children are astonished, cos they heard some noises in the other room; Santa Claus has really been there and they have the prooves: heleft here his hat and the poisettia has been moved aside to leave the place for a stocking full of sweets!
Like a last magic, snow starts falling lightly, dusting everything with white and givig the little ones an unforgettable dream...
All the creations are handmade, without molds, apart from the Christmas tree... The ice crystal is made with Transparent Fimo clay and I'm really happy and proud of it... Actually, I still can't believe I could really make it! :-D
I hope you liked these gift tags!
A hug :-*

lunedì 7 gennaio 2013

Borsette Hello Kitty - Hello Kitty bags

Avete presente il mio ultimo post?
Quello in cui faccio gli auguri di buon anno?
No?
Forse perché mi sono ricordata di pubblicarlo solo pochi secondi fa, lasciandolo ad ammuffire nelle bozze! Non ho parole -_-'
Comunque, cominciamo l'anno col mostrarvi tutte le cosine che mi hanno tenuta impegnata prima di Natale, tralasciando le ben note renne! XD
Oggi vi presento delle borsette in panno Lenci, che hanno fatto fare un bel viaggetto alla 500 arcobaleno!
Infatti la signora che me le aveva richieste per le sue nipotine le ha spedite addirittura in Germania, dove vivono! Wunderbar! :-D

You know my last post...
The one with new year's greetings...
No?
Maybe cos I remembered to post it just few seconds ago, after leaving it in the folder with articles to publish!
I don't have words -_-'
Anyway, let's start the year showing you all the little things that kept me busy before Christmas, apart from the famous reindeer! XD
Today I'll show you two little felt bags, that made the rainbow 500 have a quite big trip!
The woman who requested them for her nieces sent them to Germany indeed, where the two little girls live! Wunderbar! :-D



I colori ed il tema HelloKittoso mi sono stati richiesti dalla committente stessa, che conosce bene i gusti delle due ragazzine :-)
Per evitare eventuali liti fra sorelline ho deciso di non fare due borsette troppo diverse fra loro, differenziandole solo per qualche piccolo dettaglio.
Trattandosi di due bimbe, che porteranno con sé solo qualche piccolo gingillo (bei tempi quando non caricavo la mia borsa di chili di roba ç_ç), le borsette non potevano essere troppo grandi e pesanti, per cui del semplice panno Lenci (seppur resistente) mi sembrava la scelta giusta!
La tracolla (per gli stessi motivi) è formata da un cordoncino di lana-cotone, intrecciato con pazienza da Uapa.

Colours and HelloKitty's theme were requested by the woman herself, who knows what her nieces love :-)
To avoid arguments between the two litle sisters I decided to not make the two bags too different, changing just some little details.
Because the owners are just two little girls, who'll take just few little objects (how beautiful when I didn't put kilos of things in my bag ç_ç), I thought the bags couldn't be too big and heavy, so simple (but strong) felt seemed the right choice to me!
The shoulder belt (for the same reasons) is made of a wool-cotton cord, that Uapa patiently twisted.


Due pratici bottoncini automatici chiudono entrambe le borsette.
Nella borsetta lilla sono nascosti sotto due piccoli HelloKitty, mentre il bottoncino rosa fa solo da decorazione...

Two practical stud buttons close both the bags.
On the lilac bag they're hidden under two little HelloKitty, while the little pink button is just a decoration...


... Nella borsetta fuxia, invece, sono nascosti da due bottoni rosa, mentre un HelloKitty più grande funge da decorazione!
Beh, io spero che alle due bimbe sia piaciuto questo pensierino... Voi che dite?
Un abbraccio! :-*


...On the pink bag, instead, they're hidden under two pink buttons, while a bigger HelloKitty is a decoration!
Well, I hope the two children liked this little thought... What do you think about it?
A hug! :-*

Ritardo Cronico... - Always Late...

... Ma giustificato :-)
Perché quest anno ho avuto un ospite molto speciale, qui a Roma con me :-)
Ho passato dieci bellissimi giorni con dolce Steve, e nonostante raffreddori, brutte cadute, freddo artico e orrendo senso dell'orientamento della sottoscritta, siamo stati contentissimi!
E' la prima volta che passiamo così tanto tempo insieme (mai superata la settimana prima d'ora) e abbiamo fatto un sacco di cose, e parlato tanto tanto :-)

... But justified :-)
Cos these days I had a really very special guest, here with me in Rome :-)
I spent ten wonderful days with olce Steve, and even if we both had a cold, I fell down badly, we had polar cold and I had a horrible sense of direction, we were so so happy about it!
It's the first time we spend so much time together (we never went further than a week until now) and we did so many things and talked so so much :-)

Questo è l'alberello che abbiamo fatto insieme :-) Quest anno in famiglia abbiamo avuto due alberelli piccini, ma che per me significano tantissimo!
This is the little tree we decorated together :-) This year we had two really small trees around here, but they both mean an awful lot to me!

Che dire, la vostra Uapa felice, visto che è in ritardo per augurarvi buon Natale, vi augura di tutto cuore buon anno, sperando che il prossimo sia carico di bellissime novità!!! :-D

What can I say? Seeing as your happy-Uapa was late for Christmas, she'll wish you a happy new year, from the deepest part of her heart, hoping new year will bring a lot of good news!!! :-D