Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

***

***
Benvenuti a bordo della 500 Arcobaleno, sulla quale potrete fare un giro nel mio blogghino, spulciando tra pensieri, artigianato e passioni di Uapa =^.^=

Welcome aboard the Rainbow 500, in which you can visit my little blog, going through Uapa's thoughts, handicraft and passions
=^.^=

Pagine

mercoledì 10 marzo 2010

> Primavera, un appello - Spring, a request

Siamo a Marzo, tra qualche giorno entrerà la Primavera!
La stagione in cui piove di più (ebbene sì...) , in cui gli alberi fioriscono e tutta la natura si sveglia dal torpore invernale, preparandosi all'estate...
Ed è anche la stagione in cui nuovi cuccioli di varie specie si affacciano per la prima volta sul mondo!
Fra loro ci saranno anche tanti pulcini, dai comuni passerotti alle, ahimé, quasi in via d'estinzione rondini.
Di qui a poco questi piccoli pennuti cominceranno a prendere lezioni di volo e... Cosa cosa? Come?? "Cadranno dal nido" ??? Fermi tutti!!!
Questo è uno dei tanti luoghi comuni a cui siamo stati abituati!
Già, perché gli uccellini che si trovano in terra durante questo periodo non cadono affatto dal nido!
In realtà è la mamma che ad un certo punto, nonostante non sappiano ancora volare, li spinge giù per svezzarli a terra.
Ed è qui che, tra cespugli e nascondigli vari, i genitori insegneranno ai piccoli come affrontare la vita e i suoi pericoli, a procurarsi il cibo ed a riconoscere i predatori per poi difendersi.
E' vero, purtroppo può essere letale per molti, ma questa è la natura e per il suo bene è giusto non interferire.
Per cui, quando trovate un uccellino...

1) Non raccoglietelo!
L'unico aiuto che potreste dargli, in caso di effettivo pericolo (per esempio una strada trafficata o un gatto nelle vicinanze) , è quello di nasconderlo nel cespuglio più vicino al luogo del ritrovamento. Una volta messo in salvo, la mamma e il papà continueranno ad accudirlo e sapranno distrarre gli eventuali predatori, anche a rischio della vita.

2) Non portatelo a casa!
Allevare un uccellino è molto complicato e spesso queste creaturine, sentendosi "prede", piuttosto che vivere nella paura si lasciano morire. Farsi "aiutare" dai genitori del piccolo, lasciandolo sul balcone o vicino ad una finestra, non servirà, perché dopo qualche ora non saranno più in grado di riconoscerlo, a causa del nostro odore, mentre pare che alcune specie possano addirittura arrivare ad avvelenare i piccoli imprigionati. A proposito di prigionia, ricordate che, almeno qui in Italia, la detenzione di animali selvatici (tra cui figura anche il comune passerotto) è illegale e si rischiano multe salate e perfino l'arresto...

3) Nel caso fortunato in cui il piccolo sopravviva in cattività e raggiunga l'età adulta, non pensate di liberarlo: lo condannereste a morte!
Infatti è probabile che non sia più in grado di vivere in libertà senza il nostro aiuto, dal momento che gli saranno mancati quegli insegnamenti che solo l'esperienza dei genitori poteva dargli.

? E se il piccolo è palesemente ferito ?
Anche in questo caso il fai-da-te è sconsigliabile. Procuratevi una scatola di cartone (per i piccoli volatili quella delle scarpe è perfetta) e praticate dei fori sul coperchio, bucandolo con le forbici.
Adagiatevi l'uccellino e chiudetela: al buio si sentirà protetto e si tranquillizzerà e i fori lasceranno passare l'aria.
Ora portatelo al più vicino centro LIPU, dove veterinari esperti e volontari tenaci (e ne so qualcosa) si prenderanno cura di lui nel migliore dei modi, senza interferire con la sua natura, fino al momento in cui sarà in grado di spiccare il volo e gli sarà restituita la libertà!

Beh, di sicuro questo sarà il più bel regalo che potrete fargli :-)

PS : se il vostro peloso gatto vi porta un uccellino come omaggio, non colpevolizzatelo... In fondo è nella sua natura e non può farci nulla!
PPS : se volete conoscere un po' meglio la LIPU (che non si occupa solo degli amici di piuma) e le iniziative che promuove QUI c'è il link al suo sito!

BUONA PRIMAVERA A TUTTI! :-*


We're in March, in few days Spring will arrive!
The season during which we have more rain (yes, it's true...) , during which trees blossom and the whole nature wakes up from Winter, getting ready for Summer... And it's also the season during which new cubs of various species will see the world for the first time! Among them there'll be a lot of chicks too, from the common sparrow to the, sadly near to extinction, swallow. In few weeks these little birds will start training to fly and... What? What?? "They'll fall from their nests" ??? Stop!!! This is just a common belief we're used to! Yes, cos little birds you find on the ground during this season don't fall at all from their nest! It's actually their mum who push them out of it at one point, even if they're not able to fly yet, to make them grow up on the ground. And it's here, among bushes and various places where to hide, that parents will teach their sons how to face life and its dangers, how to find food and how to recognise predators to defend themselves from them. True, it can be fatal for many of them, but this is how nature works and it's not right to interfere with it. So when you find a little bird...
1) Don't pick him up!
The only help you can really give, in case of real danger (like a road with traffic or a near cat) , is to hide the chick in the nearer bush. Once there and safe, his mum and dad will keep taking care of him and they will divert predator's attention, even risking life.
2) Don't take him home!
To nurse a little bird is very complicated and often these little creatures feel like a "prey" and they let themselves die, rather than live in fear. Trying to have their parents help, leaving the chicks on a balcony or near a window, won't work either, cos after some hours parents won't be able to recognise them anymore, cos of our smell; and it looks like some species can even poison their imprisoned cubs. Talking about imprisonment, remember, at least here in Italy, it's illegal to keep at home savage animals (even the common sparrow is a savage animal) so you risk heavy fines and even jail...
3) In the lucky case of the bird surviving in captivity and becoming adult, don't think about set him free again: you would sentence him to death!
In fact probably he won't be able to live free without our help anymore, cos he missed those teachings that only his parents experience could give him.
? And if he's clearly injured ?
Also in this case do-it-yourself is not recommended. Take a cardboard box (for little birds the perfect box is the shoes one) and make some holes on the cover, clipping it with scissors. Gently put the little bird inside it and put the cover on the box: he'll feel protected in the dark and holes will give him enough air to breath. Now take him to the nearer rescue center (you can ask any vet where to find one; In Italy we have LIPU) , where expert vets and stubborn volunteers (I know something about it) will take care of the bird in the best way possible, without interfering with his nature, until he'll be able to fly and will be returned to freedom!

And, for sure, this will be the best gift you can give him :-)


PS: if your furry cat brings you a little bird as a gift, don't shout at him... It's in his nature and he can't help it!

PPS : if you want to know better LIPU (they don't care just about birds) and initiatives they promote
HERE is the link to their site!

HAPPY SPRING TO ALL OF YOU! :-*

3 commenti:

  1. Grazie per i consigli! Ne vedo spesso nel giardino di passerottini o piccoli merli...purtroppo ogni tanto li vede anche il mio gatto ...

    RispondiElimina
  2. Spero proprio che siano utili, grazie a te per averli letti ;-)
    Anche i miei mici randagi ne vedono tanti e a volte è davvero dura distoglierli! :-S
    In questo mi aiutano molto degli appetitosi croccantini! XD

    RispondiElimina
  3. AGGIORNAMENTO

    In effetti i genitori possono ancora riconoscere i piccoli nel giro di giorni, ma è meglio non rischiare!


    UPDATE

    Actually parents can still recognise their cubs after some days, but it's better to not risk!

    RispondiElimina

Fai sentire la tua voce! O meglio: fai LEGGERE le tue PAROLE! :-)

Let me hear your voice! Or better: let me READ your WORDS! :-)