Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

***

***
Benvenuti a bordo della 500 Arcobaleno, sulla quale potrete fare un giro nel mio blogghino, spulciando tra pensieri, artigianato e passioni di Uapa =^.^=

Welcome aboard the Rainbow 500, in which you can visit my little blog, going through Uapa's thoughts, handicraft and passions
=^.^=

Pagine

domenica 22 gennaio 2012

Ciao, Pepe :-* - Good bye, Pepe :-*

Amore dolce, mia micia blu, dopo tante settimane di ricerche ti hanno trovata proprio qui vicino, poggiata su una busta nel giardino del palazzo di fronte, sotto la rosa accanto al muro. Sapevo che sarebbe accaduto, me l'aspettavo. Ma è dura lo stesso.
Mi dispiace non esserti stata vicina quando ne avevi bisogno, spero che tu non abbia sofferto e che, come dice Steve, ti sia addormentata tranquillamente.
Ti ringrazio per la fiducia che mi hai dato e che hai dato in esclusiva a pochissime persone, che però ti hanno voluto tanto bene.
Non dimenticherò mai i tuoi docili occhioni verdi, il tuo soffice pelo grigio dai riflessi argentati, le tue fusa rumorose e l'acquolina e le bollicine che facevi quando avevi fame.
Non dimenticherò mai quei cinque minuti di pazzia che ti prendevano, come ad ogni gatto, né la tua voce così delicata, spesso solo un sospiro capace di dire tante cose.
Non dimenticherò la tua abilità nel cacciare i topi, che mi portavi sotto la finestra, attirando la mia attenzione con dei miagolii forti, profondi e imperterriti, fino a che non ricevevi gli attesi complimenti "Brava Pepe!" .
Mi dispiace non aver mantenuto la mia promessa "Se sarai abbastanza coraggiosa da salire tutte le scale fino al mio piano, ti terrò a casa con me". Ce l'avevi fatta, mi dimostravi il tuo coraggio e tentavi in tutti i modi di sgattaiolare nel portone, specialmente nei giorni più freddi. Birba si sarebbe abituata, ma tu no. Tu hai sempre vissuto in giardino, libera di andare dove volevi, quando volevi e ti sentivi in trappola già dopo pochi minuti passati nel portone. No, già grande, non ti saresti abituata a vivere in un piccolo appartamento, lo so. Ma mi dispiace lo stesso non aver mantenuto la mia promessa.
Mi dispiace non averti dato una degna sepoltura. Rita ha provato ad avvertirmi, quando ti ha trovata, ma ero lontana, in campagna e quando sono tornata, la sera, tu non eri già più lì.
Scusami, per quella volta che ti ho chiusa nel trasportino, un po' a tradimento, quando ero l'unica di cui ti fidavi, per farti sterilizzare. Mi hai guardata con un muso così smarrito e deluso che ancora oggi mi sento in colpa. Ma credimi, l'ho fatto per te. Perché conosco la cattiveria della gente, che qui fa del male a gatti e gattini, per chissà quale crudele psicosi. Quella volta ho avuto paura di averti persa. Ma quando ti ho liberata di nuovo, sei tornata da me, codina alzata e occhi felici.
Mi ricorderò le coccole che ti piacevano: grattini dietro le orecchie e carezze sulla pancia, quando ti poggiavi sulle mie gambe, strusciandoti senza fine.
E mi ricorderò con un sorriso di quando sei salita sull'albero e non riuscivo a capire da dove mi stavi chiamando, con la tua vocina. Solo dopo venti minuti sono riuscita a scovarti lassù e sono riuscita a convincerti a scendere :-D
Mi ricorderò di quando mi venivi incontro, non solo per mangiare, quando suonavo le chiavi, quando ti chiamavo per nome, quando ti guardavo appena e perfino quando tentavo di passare inosservata, per non farti spostare dal tuo posticino caldo accanto alla canna fumaria.
Mi ricorderò anche di quella volta in cui ho creduto che fossi morta! Eri lì, sdraiata, immobile e per quanto ti chiamassi non riuscivo a svegliarti. Non muovevi neppure le orecchie e stavo correndo lì disperata. Mi hai sentita solo quando ormai ero ad un passo da te e mi hai guardato con un viso pacificamente assonnato... Ora capisco che Pepetto ha preso proprio da te, in questo!
Mi ricorderò sempre di come ci siamo conosciute, di qanto eri feroce e di quanto sei cambiata, all'inizio vero e proprio della nostra amicizia. Sì, amicizia, perché è vero che la vera amicizia non ha regole.
E mi ricorderò anche della tua cocciutaggine, comunque sempre tanto tenera.
Pepetto è con Nerino ora e sono sicura che non ti dimenticherà neanche lui. Sì è abbacchiato un po' da quando non ci sei più, ma lo coccolo sempre e ti pensiamo sempre.
Grazie Pepe, per questi 15 lunghi anni insieme, che per una micia di strada come te sono davvero tanti.
Mi mancherai, sai?
Eppure cerco di farmi forza, perché ora so dove sei e so che stai bene.
Te ne ho parlato qualche volta e ne ho parlato anche a tuo figlio.  E te ne ho parlato come un posto reale e concreto, perché so per certo che esiste quel posto stupendo, lo so, perché l'ho visto, ci sono stata.
Mi costa dirlo, ma so che è giusto e bello che sia così, quindi...
... Corri felice sul Ponte dell'Arcobaleno, dolce Pepe! :-*

Sweet love, my blue cat, after many weeks spent looking for you, someone found you near here, gently put on a plastic bag, under the rose near the wall in the garden in front of us. I knew it was going to happen, I expected it. Still hard though.I'm sorry I wasn't close to you when you needed me, I hope you didn't suffer and that, like Steve says, you just fell asleep peacefully.
Thank you for the trust you gave me, trust you gave exclusively to really few people, who really loved you.I'll never forget your big green eyes, your soft silver grey fur, your strong purring and the little watering bubbles you made when you were hungry.
I'll never forget those five crazy minutes that sometimes you had, like every cat, and I'll never forget your soft voice, often only just a whisper that said so many things.I won't forget how good you were in chasing mice, gifts you brought under my window, trying to catch my attention meowing loudly and deeply, until we said "Good girl, Pepe!" .I'm sorry I didn't mantain my promise "If you'll be brave enough to come upstairs, where my flat is, I'll keep you home with me" . You made it, you showed me your courage and tried in every way possible to come in the building, especially during the colder days. Birba would have got used to it, but you wouldn't. You've always lived in the garden, free to go where you wanted to go, whenever you wanted to and you felt trapped even after just few minutes in the stairs of the house. No, already an adult cat, you wouldn't have got used to life in a small flat, I know that. But I'm sorry I didn't keep my promise anyway.
I'm sorry I didn't bury you properly. Rita tried to tell me when she found you, but I was far from Rome, in the country and when I came back, in the evening, you were away already.I'm sorry for that time I trapped you as a traitor in the cage to take you to the vet, to operate you. I was the only person you trusted and you looked at me with such a worried face and I read so much delusion in your eyes, that I still feel guilty. But, believe me, I did it to protect you, cos I know how horrible can be people here with cats and kittens, victims of some cruel psychosis. That time I was really afraid I lost you. But when I took you back and opened the door, you came back to me, raised tail and happy eyes.I'll remember what kind of cuddles you liked: little scratching strokes behind your ears and long shaking strokes on your belly, when you rubbed on my legs, never stopping.
And I'll smile when I'll remember that time you climbed the tree and I couldn't understand from where you were calling me with your little voice. It took me twenty minutes to find you and persuade you to jump down :-D
I'll remember when you came to greet me, not just to ask for food, when I played the sound of my keys, when I called your name, when I just looked at you and even when I tried to hide myself to not make you jump down from your warm place, near the chimney column.
I'll also remember that time when I thought you were dead! You were there, lying on the floor, not moving at all and even if I called you loudly I couldn't wake you up. You didn't even move your ears and I was already running there, desperate. You heard me when I was just a step away from you and you looked at me with a peaceful sleepy face... Now I know your son, Pepetto, took that from you!
I'll always remember how we met, how ferocious you were and how much you changed, at the true beginning of our friendship. Yes, friendship, cos it's true that true friendship has no rules.
And I'll also remember how stubborn you could be, being always so sweet anyway.Pepetto is with Nerino now and I'm sure he won't forget you either. He's a bit more sad since you're gone, but I always stroke him and we always think about you.
Thank you Pepe, for these 15 long years together, that for a stray cat like you are even longer.
You know, I'll  miss you.
But I try to be strong anyway, cos I know where you are now and I know you're fine.
I talked with you about it sometimes and I told your son too. And I talked about it as a real place, cos I know for sure that wonderful place exists, I know, cos I saw it, I've been there.
It costs me a lot to say that, but I know it's a fair beautiful thing, so...
... Run happy on the Rainbow Bridge, sweet Pepe! :-*

6 commenti:

  1. Sono sicurissima che la tua carissima Pepe stia correndo felice sul Ponte dell'Arcobaleno...
    sul quale troverà tantissimi amici che l'hanno preceduta e tra questi anche il mio indimenticabile Red.
    Non devi assolutamente dispiacerti per non aver mantenuto la tua promessa... la sua felicità era di essere libera di fare ciò che voleva e tu l'hai assecondata e da lassù te ne sarà sempre grata.
    Un grandissimo abbraccio
    nonnAnna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono sicura anche io, perché quel posto l'ho visto :-)
      Grazie per le tue parole, mi sono tanto di conforto!
      Un abbraccio :-*

      Elimina
  2. Uapina..Sicuramente la tua dolcissima Pepe starà giocando felice, lassù..in quel posto meraviglioso...non essere triste, lei ora è felice e vuole che lo sia anche tu..lo so dopo tanti anni è davvero difficile separarsi da un amico fedele come lo sono cani e gatti, però è la Vita...fai un sorriso, quando vedi un Arcobaleno, è lei che ti saluta..:)

    RispondiElimina
  3. Ne sono sicura Marianna, so per certo che Pepe è lì ed è felice :-)
    Certo ne sento comunque la mancanza.
    E gli arcobaleni da sempre mi sono nel cuore, sono la mia passione. E da sempre mi legano a chi amo :-)

    RispondiElimina
  4. Ciao Uapa,
    in questi casi non ci sono parole in grado di colmare una perdita così grande.
    E' davvero doloroso perdere un amico a 4 zampe che per anni abbiamo amato e che ci ha amato tanto.
    Un abbraccio,
    Iole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Iole, la tua vicinanza, anche solo con un pensiero, vale più di mille parole :-)
      Grazie :-*

      Elimina

Fai sentire la tua voce! O meglio: fai LEGGERE le tue PAROLE! :-)

Let me hear your voice! Or better: let me READ your WORDS! :-)