Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

***

***
Benvenuti a bordo della 500 Arcobaleno, sulla quale potrete fare un giro nel mio blogghino, spulciando tra pensieri, artigianato e passioni di Uapa =^.^=

Welcome aboard the Rainbow 500, in which you can visit my little blog, going through Uapa's thoughts, handicraft and passions
=^.^=

Pagine

giovedì 21 gennaio 2010

> Il Mago - The Magician

Ragazzi, oggi ho conosciuto un mago! Un mago vero!!!
In grado, con le sue bacchette magiche, di riportare indietro il tempo e di trasformare i vecchi in bambini!
Ecco, lo sapevo, posso di nuovo immaginare le vostre facce un po' scettiche...
Cominciamo dal principio, che è sempre un buon punto da cui partire!
Stavo andando a lavoro quando, arrivata a Piazza del Popolo, ho notato un gruppetto di gente che assisteva, stupita e contenta, allo spettacolo di uno dei tanti saltimbanchi che si incontrano ogni tanto per la strada.
Poi sopra quella gente ho visto alzarsi, leggere e delicate, delle enormi bolle di sapone, tanto grandi da potercisi sedere dentro!
Complice il vento, il signor Renzo (questo il nome del "mago") , muovendo con grazia le sue bacchette, dava vita alle sfere che alla luce del sole brillavano di mille colori!
Ed è a questo punto che sono tornata indietro nel tempo...
... A quando d'estate, in campagna, io e mio cugino facevamo le nostre piccole, ma bellissime, bolle di sapone, mescolando in una tazza gli ingredienti della nostra "ricetta segreta" : acqua e sapone per i piatti, e zucchero per renderle, a nostro dire, più colorate.
Rimanevamo lì per ore, seduti sulla bassa finestra della cucina di nonna, a soffiare le nostre bolle da una vecchia biro, a cui avevamo tolto l'anima di inchiostro...
Il grido felice di un bambino mi ha riportata al presente, i più piccolini correvano dietro a quelle bolle più grandi di loro per scoppiarle.
E insieme a loro correvano anche gli adulti: ragazze e ragazzi si lanciavano all'inseguimento delle bolle, per poi rimanere senza fiato, abbracciati insieme; nonni e nonne tornavano bambini, correndo e cercando di saltare sempre più in alto per acchiapparle.
E loro, le bolle, continuavano tranquillamente a fluttuare, facendo nascere sorrisi anche dalle facce dei passanti più indifferenti, distratti e occupati che, chiusi nei loro cappotti, correvano a lavoro.
E se non è magia questa... ;-)

Hey, today I met a magician! A real magician!!!
He was able, with his magic wands, to make you go back through time and to transform old people into children!
Ah, I knew that, I can imagine your sceptical faces again...
Let's start at the very beginning, a very good place to start!
I was going to work when, once I arrived in Piazza del Popolo, I noticed a little group of people who were watching, amazed and happy, a show of one of the many street performers you can meet sometimes.
Then over those people I saw giant soap bubbles flying, light and delicate, and they were so big you could sit inside them!
Using wind as partner, mister Renzo (that's the "magician's" name) , with graceful movements of his magic wands, gave birth to the spheres that shone of thousands colours in the sun!
And that's when I went back through time...
... I went back to when during summer, in the country, me and my cousin made our little, but so beautiful, bubbles, mixing in a mug ingredients from our "secret recipe" : water and dishes soap, and sugar to make them more coloured, in our opinion.
We spent hours this way, sitting on the low window of our grandmother's kitchen, blowing our bubbles through an old pen, from which we took out the ink soul...
The happy exclamation of a child brought me back in the present, the youngest ones were running after those soap bubbles, bigger than themselves, to pop them.
And with them also adults were running: boys and girls following the bubbles, until they were breathless and stopped running to hug each other; grandmothers and grandfathers became children again, running and trying to jump always higher to catch the bubbles.
And the bubbles, kept flying quietly, making smile everyone, even those people who looked so indifferent, distract and busy, running to work tight in their coats.
Tell me then, isn't it a magic? ;-)

2 commenti:

  1. La magia a volte si annida dove non lo immagineremmo mai.
    E, ad ogni modo, bisogna anche saperla cogliere. ;)

    RispondiElimina
  2. E' vero :-) Ma basta poco per trovarla :-)
    (CyberLuke: Magic can hide where you would never expect to find it. And anyway you must be able to see it ;-)
    Uapa: Yes, but you don't need much to find it :-) )

    RispondiElimina

Fai sentire la tua voce! O meglio: fai LEGGERE le tue PAROLE! :-)

Let me hear your voice! Or better: let me READ your WORDS! :-)