Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

***

***
Benvenuti a bordo della 500 Arcobaleno, sulla quale potrete fare un giro nel mio blogghino, spulciando tra pensieri, artigianato e passioni di Uapa =^.^=

Welcome aboard the Rainbow 500, in which you can visit my little blog, going through Uapa's thoughts, handicraft and passions
=^.^=

Pagine

venerdì 28 settembre 2012

Romics 2012: Sailor Jupiter + Kyoko!


Ciao a tutti!
Come ogni anno, anche quest anno alla Nuova Fiera di Roma (nel mezzo del nulla ;-)  ) si terrà Romics, la fiera del fumetto, dove conto di andare (ormai è quasi certo, ma non si sa mai) :-)
Nonostante il fisico non sia esattamente quello dell'immagine sotto, domani vestirò i panni di Sailor Jupiter!

Hello all!
As every year, at the Nuova Fiera di Roma (in the middle of nowhere ;-)  ) there will be the comics convention, where I hope I'll go (it's nearly certain, but who knows) :-)
Although my body isn't exactly like the one of the picture below, tomorrow I'll dress like Sailor Jupiter!






Se tutto andrà come spero (al solito bisogna sempre considerare qualche imprevisto), Domenica, cioè dopodomani, sarò lì come Kyoko Otonashi, la giovane amministratrice della Maison Ikkoku!
Anche questo rientra fra i miei cartoni preferiti di sempre, quindi era nella lista dei cosplay da realizzare ^^

If everything will go like I hope, on Sunday I'll be there as Kyoko Otonashi, the young house keeper of the Maison Ikkoku!
This is one of my favourite cartoons ever as well, so she was in the list of the cosplay to make ^^



Chissà, magari ci vediamo lì? ;-)
Ma mi raccomando, siate magnanimi nei giudissi se mi incontrerete! ç_ç

Who knows, maybe we'll meet up there? ;-)
But, please,be magnanimous with judices if you'll see me! ç_ç

giovedì 27 settembre 2012

Un pezzetto di Estate... - A little bit of Summer...

Quest anno mi è toccato il turno di ferie che andava dalla metà di Agosto ai primi di Settembre, ma, nonostante non sia tra i miei preferiti, il tempo mi ha assistita e mi posso ritenere soddisfatta :-)
Così, dopo una piacevole vacanza in Inghilterra, sono andata in campagna... Più che una vacanza è stato un periodo di lavoro fra campi e ristrutturazioni, ma ho comunque potuto fare le mie belle passeggiate e qualche tuffo in piscina o al mare ^^

This year my holiday went from the second half of August to the first days of September, but, although I don't really like that shift, weather was nice and I'm satisfied :-)
So, after a lovely holiday to England, I went to the country... It wasn't really a holiday, cos I had to work in the felds and restoring the house, but I could have some nice walks anyway and bathe (and not bath -_-' ) in the swimming pool or in the sea ^^


Vivere in campagna ti fa riscoprire un modo tutto diverso e davvero naturale di essere, decisamente più vicino ai ritmi ed alle numerosissime stagioni, imposti e scanditi dalla natura, che poco o nulla hanno a che vedere con il calendario appeso al muro. Perfino la giornata ha dei tempi tutti suoi, che non si curano affatto delle lancette dell'orologio...

Living in the country makes you re-discover a totally different and natural way of being, definitely closer to the rythm and the numerous seasons of nature, that don't care at all about the calendar on your wall. Even a single day has its own time, that doesn't go with normal clock...


... E non puoi fare a meno di regolare anche il tuo orologio biologico a questa nuova realtà, ascoltando, vedendo e sentendo le molte differenze che rendono un giorno o perfino un'ora diversi da quelli precedenti, segnando un cambiamento, l'inizio di una nuova fase...

... And you can't help setting your biological clock to make it fit this new reality, seeing, feeling and listening to all the many differences that make a day or even an hour different from the previous one, marking a changing, the start of a new phase...


... E allora impari che è il momento di alzarsi quando le cinciarelle cominciano a rincorrersi cinguettanti fra i rami, che sta per fare buio quando gli usignoli invadono l'aria con le loro meravigliose melodie e che la civetta e l'assiolo, gridando e cantando nel buio fitto degli uliveti, culleranno i tuoi sogni, perché è ora di andare a dormire e lasciare libero il passo a tutte le altre creature notturne...

... And so you learn it's time to get up when blue tits start running after each other among the branches, that's going to get dark when nightingales invade the air with their wonderful melodies and that the owls, screaming and singing in the thick darkness among olive trees, will lull your dreams, cos it's time to go to sleep and leave space to all the others creatures of the night...


... Istrici, tassi, lepri, moscardini e volpi diventano presenze costanti lungo la strada...

... Porcupines, badgers, hares, dormouse and foxes are normal presences along the road...


... E, nonostante ciò, continuano a lasciarmi incantata!
... But, even so, they still fascinate me!


Una pianta che da i suoi frutti dopo che te ne sei preso cura è fra le ricompense più belle: tanto lavoro, ma ne è valsa la pena!

A plant giving its fruits after you took care of it is one of the best prizes ever: a long hard job, but it was worth it!


Un falco che vola nel caldo del pomeriggio ti ricorda quanto sia bello sentirsi liberi; l'ombra fresca di una quercia ti fa riscoprire quanta bellezza ci sia nelle cose più semplici...

An hawk flying in the warm afternoon reminds you how beautiful is to feel free; the fresh shade of an oak tree makes you discover again how much beauty you can still find in simple things...


... Il richiamo lontano del fagiano, nascosto chissà dove fra l'erba alta, amplifica il silenzio tutto intorno, quando le cicale hanno ormai smesso di riempire i campi con il loro frinire e i grilli conservano i loro cri-cri per la notte...

... The far call of the pheasant, hiding who knows where in the high grass, makes the silence all around seem even wider, when cicadas stopped filling the fields with their songs and crickets keep their cri-cri for the night...


... Una coccinella cammina tranquilla su un rametto; due farfalle svolazzano nervose da un fiore all'altro; una lunga autostrada di formiche lavora senza sosta, preparandosi per l'inverno. E tutti questi micro esseri ti ricordano che c'è un micro mondo che esiste ed è pieno di vita. Una vita con tutte le sue regole e tutti i suoi perché, nonostante spesso non ci si fermi a guardarla da vicino. Ma quando questo accade, ogni cosa assume un significato diverso.
Credo che le piccole farfalline lilla prediligano fiori dello stesso colore :-)

A ladybird walks peacefully on a little branch; two butterflies fly nervously from one flower to another; a long road of ants works, never stopping, getting things ready for the winter. All these micro-beings remind you there's a micro-world that exists and is full of life. A life with all its rules and all its reasons, even if often one doesn't stop to watch it froma closer point of view. But when that happens, every little thing gains a different meaning.
I think little lilac butterflies prefer flowers of the same colour :-)


Ormai il grano è stato raccolto da un pezzo e ai campi vuoti si alternano distese di girasoli, meloni o pomodori. Scusate, ma il più corretto "pomidoro" proprio non mi va giù! XD

By now they already picked wheat since a long time and you can see empty fields alternating with sunflowers, tomatoes and watermelons...


 Fra l'erba secca si fanno strada le piante "di stagione", a cui non so neppure dare un nome...

In the dry grass seasonal plants gain a space just for them, and I don't even know how to call them...


... Ma sono belle e danno un aspetto diverso al bordo di ogni sentiero...

... But they're beautiful and they give a different aspect to the edge of every road...


... Ormai i fichi e l'uva cominciano a maturare...

... Figs and grape start to become mature...



... Qualche grappolo di more ancora colora i rovi, così, fra una passeggiate e l'altra, si trova anche il tempo di fare provviste per preparare la marmellata!

... Some closter of blackberries still gives colour to brambles, so, while walking, you also find time to pick some of them to make jam!



Ho salutato i gruccioni e le rondini che cominciavano ad andare via (sperando che anche il "nostro" rondone, salvato in primavera, fosse fra loro), mentre ho dato il benvenuto  ai nuovi amichetti di Birba, che si è divertita un sacco, durante le sue passeggiate a guinzaglio...

I said ciao to bee-eaters and swallows who started moving away (hoping among them there was "our" swift, rescued in spring), while I welcomed Birba's new friends... Oh, she loved her walks on a lead...


... Nonostante siano state davvero stancanti! ;-)

... Although they were also really tiring! ;-)


Papà Nuvola e Mamma Mascherina, dopo qualche giorno di valutazioni, ci hanno presentato il resto della famiglia!

Dad Nuvola and Mum Mascherina, after studying the situation for a while, introduced us to the rest of their family!


Ed eccoli qui: Soldatino, King e D'Artagnan...

And here they are: Soldatino, King and D'Artagnan...


... Pomata...

... Pomata...


... E Mandrake, che, per chi non lo sapesse, prendono i loro nomi da un film "cult" in casa nostra :-D

And Mandrake, who, for those who don't know, take their names by a film me and my family consider a "cult" :-D


Non è mancata, ahimé, una nota amara: durante una gita alla Tagliata Etrusca di Ansedonia, abbiamo scoperto che il ponte d'accesso all'Antro della Regina è crollato in seguito ad una mareggiata, ma nessuno (nonostante le promesse) si è mai impegnato a ricostruirlo, così ormai l'erba sta sommergendo il tutto.
In compenso, pare che l'ex presidente dell'ATAC (sì, sempre il servizio di trasporto pubblico di Roma) abbia acquistato e ristrutturato una villa costruita a picco sul mare, nell'area archeologica... Ma dico, almeno un "Grazie" a chi ha contribuito?! >:-(
Durante lo stesso giorno, la spalla destra della vostra Uapa ha avuto un incontro troppo ravvicinato con un corrimano della passeggiata sulla scogliera, aggiungendo una nuova cicatrice alla propria collezione... XD

Unfortunately there was a bad note too: during a visit to the Tagliata Etrusca of Ansedonia, we found out the bridge that took to the Antro della Regina fell off, after a sea storm, but no one (although the promises) ever re-build it again, so now grass is covering all the place. On the other hand, it seems like the ex president of ATAC (yes, the usual Roman public transport service) could buy and restore a manor on the sea, in the archaeological area... At least a "Thank you" to those who helped?! >:-(
Same day, Uapa's right shoulder collided with a handle of the staircase on the rocks, adding a new scar to her collection... XD


Per fortuna il paesaggio, il (primo) bagno in un mare calmo e trasparente, la fiducia accordataci da un gruppo di gabbiani con cui abbiamo condiviso la merenda e la compagnia di un bimbo chiacchierone, ma educato (perla rara, al giorno d'oggi), hanno reso la giornata davvero piacevole :-)
Ah, poterla condividere con Dolce!

Luckily the landscape, the (first) bathe in a calm and transparent sea, the trust a group of seagulls gave us, while we shared a snack with them, and the company of a chatterer, but educated child ( a rare pearl nowadays), really made the day pleasant :-)
I wish I could share it with Dolce!



So di aver tralasciato tante cose, fra cui la verde Inghilterra (per motivi ehm diplomatici ;-) ), qualche simpatica capretta e gli infiniti scorci di Tuscania...
Concludere questo post è difficile, perché mettere la parola fine all'eterno mutare delle stagioni, tornando a seguire quel calendario appeso al muro di qualche riga fa, mi sembra ormai assurdo... Per cui, per ora, vi lascio con le foto di qualche tramonto, sperando che possano regalarvi le stesse emozioni che hanno regalato a me :-)

I know I forgot many things, like green England (diplomatic reasons ;-) ), some nice goats and innumerable corners of Tuscania...
It's hard to find the right end to this post, cos writing the word end to the never ending changing of seasons, getting back to the calendar on the wall, seems by now absurd to me... So, for the moment, I'll show you some sunset pictures, hoping they'll give you the same feelings they gave me :-)




Un abbraccio a tutti! :-*

A hug to you all! :-*

martedì 25 settembre 2012

Romanticherie shabby chic per il bagno - Romantic shabby-chic accessories for the bathroom

Ciao a tutti!
Purtroppo sto ancora sistemando le foto dell'Estate, così, per evitare di far passare troppo tempo, oggi vi mostro i miei ultimi lavoretti: un regalo alla mia casetta in campagna :-)
Hello all!
Unfortunately I'm still sorting out pictures of my Summer, so I decided to show you my last little works, gift by me to our country house, to not let too much time pass, while waiting for my next post :-)

Il primo è rappresentato da questi gessetti profumati, che sono poggiati sul piattino di un vecchio posacenere che ho conservato per anni, per via della sua forma originale: due porta-sigarette in metallo rosso formavano, partendo dal piattino, un manico a forma di mela stilizzata. Poi, qualche giorno fa, la mela è venuta via e così ho deciso di dare nuova vita al piattino :-)
The first one is represented by these little scented plaster hearts; I put them on the plate of an old ashtray I kept for years, cos of its particular shape: it had a red metallic apple-shaped handle on it. But some days ago the apple handle came off, so I decided to give the plate a new life :-)

Che dite, ho fatto bene?
Do you think it was a good idea?

Questo invece era un vasetto di omogeneizzati, che ho decorato con del pizzo, che ahimé, non ho fatto io...
Pensavo di metterci una candelina in tinta con i toni verde-acqua del bagno, che ne pensate? :-)
This was a jar for babies food, I decorated with lace, which sadly I didn't make with my hands...
I thought I could put a little candle, the same water-green colour that you can find on some tiles, what do you think about it? :-)

Forse potrei provare a coprire il bordo, ma prima devo trovare la passamaneria adatta!
Maybe I could try to cover the edges, but I need to find the right materials first!

Infine, curiosando in un negozio Cinese (potrei perdermi far quegli scaffali!) ho trovato questa bottiglia, che aveva già di suo un sapore antico e mi ricordava quelle bottiglie di profumo e sali che facevano bella mostra di sé sulle antiche tolette delle donne del secolo scorso... Così ho aggiunto del pizzo, un nastrino, delle perline ed uno charm a forma di cuoricino...
And last, walking in a Chinese shop (where I could easily loose my way!) I found this bottle, that with its shape already had an ancient look and reminded me of those perfume bottles and salts showed on the ancient make up tables of last century's women... So I added some lace, a ribbon, some pearls and a heart shaped charm...
Che sia nata davvero nel secolo sbagliato? Ma è così romantica e mi piace un sacco ^^
Maybe I was really born in the wrong century? But it's so romantic and I like it so much ^^

Ed eccoli qui, tutti insieme, nel loro angolino shabby chic :-)
And here they are, all together, in their shabby chic corner :-)

Ok, ammetto che gli infissi della finestra non sono così in stile, ma mi adatterò ;-)
Ok, I admit the window isn't really the same style, but I'll survive ;-)

Spero che questo piccolo post vi sia piaciuto, un abbraccio! :-*
I hope you liked this little post, a hug! :-*

giovedì 20 settembre 2012

50 km, 8 ore - 50 km, 8 hours

Ciao a tutti!
Oggi mi ero riproposta di mostrarvi qualche scatto della "mia" Estate, ma, si sa, a volte salta fuori qualche imprevisto... E a questo imprevisto, in particolare, andava data la precedenza!
Come molti sapranno, negli ultimi anni il mio rapporto con l'ATAC (l'azienda di trasporto pubblico di Roma) è tragicamente degenerato, a causa dell'aumento, a pari passo, di tariffe e disservizi. E così, sempre più spesso, prendo la bici, percorrendo la decina di chilometri che separano casa dal lavoro in meno tempo e incredibilmente meno fatica che col bus.
Tuttavia il traffico cittadino rappresenta pur sempre un pericolo, quindi mi sono detta "Perché non sperimentare la pista ciclabile? A parità di di distanza, è infinitamente meno rischiosa! :-) "
Ecco.
Allora, per tutti i ciclisti in erba che decidono di fare come me, ecco qualche appunto...

1) Nell'era di internet, controllate il percorso da seguire, PRIMA di pedalarci sopra.

2) Accertatevi che la pista ciclabile scelta sia proprio quella giusta (in mancanza di segnali, anche chiedendo agli altri occupanti), PRIMA di percorrere 8 km  a vuoto, magari arrivando vicino casa, scorgendo le forme di palazzi a voi noti, e non potendo raggiungerli, per via della mancanza totale di collegamenti percorribili, compatibilmente al rimanere in vita.

3) Controllate BENE che la direzione presa sia quella giusta.

- Seguendo questi primi tre punti, eviterete di perdervi fra paesaggi agresti e pascoli che sembrano usciti da un dipinto dell'Ottocento, che mai avreste pensato di trovare nella vostra città, e non avrete inoltre la spiacevole sensazione di vivere uno spaventoso deja vu, pedalando e ripedalando a ritroso in posti già visti.

4) Portate sempre con voi un kit d'emergenza per la riparazione, anche momentanea, di una ruota forata. Eh sì. Può capitare proprio a voi. Quel piccolo, insignificante, minuscolo sassolino può attaccarvi eccome. E possibilmente lo farà quando avrete raggiunto il punto più lontano che possiate raggiungere. E, credetemi, non volete tornare a casa a piedi, spingendo a mano la bici, dalle lande sperdute del Kansas dove vi siete persi.

5) "La pista ciclabile è un posto tranquillo e rilassante" . E' vero. Come la vecchia pubblicità del Mulino Bianco, dove l'allegra famigliola pedalava immersa nel verde. Ovviamente finché non incontrerete la squadra di ciclisti che si allena per il Giro d'Italia (e che ha già percorso la pista avanti e indietro un centinaio di volte, doppiandovi a ritmi impressionanti), che vi chiederà strada con la cortesia tipica degli scaricatori di porto di inizio secolo scorso. Voi, poveri comuni pedalatori dilettanti, che osate essere d'impiccio ai grandi professionisti delle due ruote!

6) Ricordatevi che il sole tramonta ad un certo punto, per cui:
a) Cercate di tornare nel mondo civile, dove è già in uso da tempo la corrente elettrica, il più presto possibile.
b) Dotate comunque la vostra bici di luci anteriori e posteriori per vederci ed essere visti.
c) Scegliete l'abbigliamento giusto, considerando che, nonostante i 53° del giorno, l'umidità della notte farà calare drasticamente le temperature. E ricordate che neanche io avevo immaginato che avrei fatto notte sulla bici.
d) Specialmente se la pista costeggia un fiume, sappiate che al crepuscolo fitte nuvole di moschini volteggeranno compatte nell'aere. Nel caso, toglietevi dalla testa di poterle schivare: le uniche cose da fare saranno uscirne al più presto e tenere la bocca chiusa.

7) Non fate i tirchi: se il vostro sellino è duro come un blocco di ghisa, comprate un copri-sellino imbottito. Qualcuno ve ne sarà infinitamente riconoscente!

8) Tenete sempre a disposizione un telefonino carico (in tutti i sensi) o un piccione viaggiatore, in modo di poter mandare delle notizie a casa, di tanto in tanto, e non figurare fra i casi urgenti di "Chi L'Ha Visto?" .

Spero con tutto il cuore che questi consigli possano essere utili a tutti coloro che vorranno riscoprire questo bellissimo mezzo di trasporto che, oltre ad aiutare la natura, ci fa risparmiare benzina e abbonamento in palestra ;-)
Un abbraccio dalla vostra Uapa, che ancora una volta ha vissuto una nuova spaventosa (ma divertente) avventura!


Hello all!
Today I wanted to show you some pictures of "my" Summer, but you know, sometimes can happen some things... And this thing in particular had the priority!
As many of you already know, lately my relationship with ATAC (Roman public transport company) isn't really good, cos of more expensive tickets although there's a worse service. So, more and more often, I ride my bike, and going from home to work with it takes me less time and effort than with bus.
However city traffic can always be dangerous, so I told myself "Why don't I try the bikes path? Nearly same distance and a lot less risks! :-) "
Right.
So, for all the applicant cyclists who'll want to do the same thing, here's some advice...

1) In the internet era, check which way to follow, BEFORE riding your bike on it.

2) Make sure the bikes path you chose is really the right one (if there aren't signals, ask informations to the other people you'll find there), BEFORE riding your bike in vain for 8 km, maybe even arriving near home, being able to recognise familiar shapes of buildings and not being able to reach them, cos the only way that goes there is not cmpatible with life.

3) DOUBLE check that you chose the right direction.

- By following these first three points, you'll avoid to lose your way among rural landscapes and pastures that look like if they popped out from an '800 painting, that you'd never thought you'd find in your city, and you'll also avoid the bad sensation of living a scary deja vu, keeping riding always through the same places.

4) Always bring with you an emergency kit to fix, even just for a while, a punctured tire. Yes. It CAN happen to you. That little, insignificant, tiny pebble CAN attack you. And it will likely do that when you'll have reached the further distance you could reach. And, believe me, you don't want to go back home walking, pushing your bike by hands, from the remotest lands of Kansas where you lost your way.

5) "Bikes path is a quiet relaxing place" . True. Just like the best advert you can think about. Of course until you meet the team of cyclists who're training for the Giro d'Italia race (who also already went along the track, several times, doubling you at an impressive speed), who'll ask you to give way with the typical kindness of a longshoreman from the early years of last century. You, poor common sort of amateur cyclists, who dare to be an obstacle to the great champions on two wheels!

6) Remember that the sun will set  at one point, so:
a) Try to go back to the civilized world, where they already discovered electricity, as soon as possible.
b) Provide your bike with front and rear lights anyway, to have visibility and be visible yourself.
c) Choose the right clothes, considering that, even if during daytime it's 53°, night's moisture will drastically bing down the temperature. And remember neither I thought I'd be out on the bike until late. 
d) Especially if the path is near a river, know that at dusk thick clouds of midges will invade the sky. In case that happens, forget the idea of avoiding them: the only things to do are escape from them as soon as possible and keep your mouth shut.

7) Don't be stingy: if your seat is as hard as a block of cast iron, buy a padded seat cover. Someone will be forever grateful for that! 

8) Always keep ready a working mobile phone or a carrier pigeon, so that you can keep in touch with your home, now and then, and won't be the next one on the list of missing people. 

I hope with all my heart that these advice will be of use for all of those who'll want to re-discover this beautiful way of moving around that helps nature and also helps us keeping money for petrol and gym ;-) 
A hug from your Uapa, who lived again a new scary (but still funny) adventure!

mercoledì 12 settembre 2012

Scatolina - Little box

Ciao a tutti! :-D
Settembre è arrivato e... E no, basta così, che se ci penso mi viene un nodo alla gola :-S
Visto? Ho cambiato di un pelino la grafica del blog ^^
Ora parliamo di qualcosa di serio. Qualche tempo fa Pam, del blog My Country Home, mi aveva iniziata alla realizzazione dei gessetti profumati... 
Io la considero un po' come la mia maestra, come anche tutti voi, perché realizza le sue cosine con tanta cura e spesso arricchisce il suo blog con dei tutorials utili e spiegati con chiarezza :-)
Proprio grazie a QUESTO suo tutorial, ho realizzato questa scatolina! Certo, la mia è sicuramente più spoglia, ma mi ritengo soddisfatta, nel complesso @'.'@Hello all! :-D
September is here and... Oh no, let's stop it here that's making me feel a lump in my throat :-S
See? I changed a little bit the look of the blog ^^
Let's talk about something serious now. Some time ago Pam, of the My Country Home blog, made me discover the world of scented plaster shapes...
I look at her like my teacher, just like at you all, cos she makes her works with so much care and she often puts a lot of useful and clear tutorials :-)
And thanks to THIS tutorial she posted, I could make this little box! Well, mine is really poor and less decorated, but I'm satisfied anyway @'.'@

Questo piccolo regalo che mi sono fatta (tengo sempre i prototipi per me ^^ ) contiene tre cuoricini profumati con l'olio essenziale di lavanda che ho utilizzato anche nei sali da bagno (che non mi hanno corroso i piedi, evviva!).
Ma so già che in tempi natalizi queste scatoline potrebbero contenere tante renne e candeline!

This little gift I made to myself (I always keep the first of my little works ^^ ) contains three scented hearts I made with the essential lavender oil I used for the bath salts (that didn't melt my feet, yahoo!).
But I already know that at Christmas time these little boxes could contain a lot of reindeer and little candles!



Per ora vi saluto, non vedo l'ora di riordinare le foto di questa splendida Estate per scegliere quali condividere con voi!
Inoltre un grazie enorme a tutti voi, perché leggendo i vostri blogghini ho imparato tanto e confrontarsi con le vostre idee mi ha aperto un mondo :-)
Un abbraccio a tutti! :-*

I'll say ciao for now, I can't wait to download and select the pictures of this wonderful Summer to share them with you all!
And I'd like to thank you all, cos while reading your blogs I learned so much and confronting myself with your ideas opened my eyes to another new world :-)
A hug for you all! :-*